Sostegno Psicologico

Chi è lo psicologo?
Lo psicologo è un professionista che, grazie al suo percorso di studi, ha acquisito conoscenze tecniche e teoriche tali da permettergli di aiutare le persone a superare una grande varietà di disagi psicologici: stati depressivi o di ansia, stress, problemi di coppia, crisi familiari, relazione conflittuale con i figli, lutti, ma anche problematiche lavorative e scolastiche.

psicologa-Verona

Appare dunque chiaro che il lavoro dello psicologo non ha come obbiettivo la cura di determinate patologie, bensì il superamento di condizioni emotive, di intensità e frequenza variabile.

Il mezzo principale con cui opera lo Psicologo è il colloquio; può tuttavia avvalersi di strumenti scientifici alternativi quali questionari o test.
Lo Psicologo è in grado di valutare e identificare se la problematica portata dal cliente necessita l’intervento di altre figure professionali facendo un invio (Es. Psicoterapeuta, Psichiatra).
Ciò che fa lo psicologo è sostenere la persona nel comprendere la natura del proprio disagio. Attraverso l’approfondimento del proprio vissuto emotivo e l’esplicitazione di punti di vista alternativi il cliente potrà agire con un atteggiamento diverso grazie all’acquisizione di nuove consapevolezze su se stesso e gli altri.

Che cos’è il Counseling Psicologico?
Per Counseling Psicologico si intende uno strumento che tramite il dialogo e la relazione mira allo sviluppo delle risorse personali favorendo una migliore conoscenza di sé.

Il Counseling permette di trovare soluzioni per problemi specifici, di prendere decisioni e affrontare dei momenti di crisi. Permette di confrontarsi coi propri sentimenti e conflitti interni fino a comprendere l’origine della difficoltà e a promuovere l’autoconsapevolezza e l’accettazione delle emozioni emerse.
Il Counseling Psicologico non è una forma di psicoterapia: ha obiettivi differenti, modalità specifiche, nonché tempi e metodi diversi. Solitamente è un supporto breve, limitato nel tempo, volto a risolvere obiettivi concreti e attuali; promuove l’immediato raggiungimento di una situazione di benessere dove la persona viene aiutata “ad aiutarsi”.

In quali casi è utile rivolgersi a uno psicologo?
Il counseling e/o il sostegno psicologico è idoneo quando si riscontrano problematiche soggettive che derivano da avvenimenti o condizioni della vita quotidiana come ad esempio:

• Sintomi psicologici negativi: sensazione di panico, stati depressivi, ansia e stress.
• Relazioni sentimentali negative e reiterate: scelta sbagliata del partner, dipendenza affettiva.
• Desiderio di conoscere e accrescere le proprie potenzialità (training per aumentare l’autostima e l’autoefficacia, corsi di self-empowerment, training delle abilità comunicative, ecc.).
• Quando ci si trova in uno stato di sofferenza derivato da un momento difficile della propria vita: separazioni (come un lutto, un divorzio,la perdita del lavoro), un cambiamento importante (trasferimento, cambio di lavoro, la maternità, la menopausa, ecc.).
• La volontà di apprendere tecniche per il controllo degli stati ansiosi o per la gestione della rabbia.